“Art and climate change”

All’interno di Crossing the sea, viene aperto uno spazio virtuale di dialogo e connessione tra Italia e Australia sul tema del cambiamento climatico, della sostenibilità ambientale e del ruolo degli artisti nella comunità. Ruggero Franceschini, la Compagnia Madalena Reversa e Teodoro Bonci del Bene en- trano in contatto con Sandra Thibodeaux, Katerina Kokkinos-Kennedy, Henrietta Baird e Joshua Thom- son: tutti gli artisti hanno fatto del tema sostenibilità il centro della loro ricerca artistica, affrontando il tema da angolature differenti e con format e processi molto diversi.
Il processo di scambio informale permette agli artisti di approfondire come la ricerca artistica possa parlare dell’argomento e accompagnare il pubblico e i territori verso l’adattamento. La riflessione si allarga anche al processo produttivo stesso, per ragionare su come l’intera pratica creativa debba evolversi per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni.
A conclusione del percorso, viene organizzato un evento online, aperto a tutto il partena- riato e a tutti gli artisti italiani coinvolti in Crossing the sea. Nella prima parte, sono presentate le diverse ricerche e proposte artistiche del gruppo; nella seconda, si apre il dibattito su come affrontare l’emergenza climatica nel settore dello spettacolo dal vivo.