DispensaBarzotti

DispensaBarzotti propone delle creazioni originali che vogliono indagare e mettere in discussione l’idea di percezione. Il rapporto tra umano e non umano, tra animato e inanimato, tra realtà e magia, tra reale e illusorio sono tra i principali nodi di riflessione. Spaziando tra progetti site-specific, spettacoli in spazi pubblici e spettacoli per la sala, DispensaBarzotti mescola il teatro di marionette, la danza, il mimo e l’illusionismo alla ricerca di un teatro fisico e visivo.
Alessandra Ventrella e Rocco Manfredi si incontrano al corso di drammaturgia alla Scuola Paolo Grassi di Milano e decidono di creare la compagnia nel 2014. Da subito, riflettono su come creare degli universi fantastici in scena, guardando a una scrittura che nasconda diversi livelli di lettura e che possa invitare lo spettatore a vivere il proprio percorso all’interno dello spettacolo. Tra le fonti d’ispirazione ci sono la narrativa fantastica, il cinema, l’antropologia e la filosofia.
Il loro primo spettacolo è La Morte tifa Barbie: un teatrino itinerante per pupazzi, attori, oggetti e quadri. Nel 2015 creano il loro primo spettacolo per la sala Homologia: un viaggio senza parole tra maschere, ricordi impolverati e sogni che non saranno mai realtà.
Per il Teatro delle Briciole di Parma realizzano la creazione site-specific Elogio del manichino ispirato ai racconti Le Botteghe color cannella di Bruno Shultz per S-chiusi Festival 2015 e successivamente creano lo spettacolo itinerante Cosa sono le lucciole per Insolito Festival 2016, nato dalla lettura di Come le lucciole di G.Didi-Huberman.
Nel 2017 creano lo spettacolo per la sala Victor, liberamente ispirato a Frankenstein di Mary Shelley, che affronta i mostri nati dalla paura di lasciare andare qualcosa che è finito.
A partire dal 2018 danno vita al Progetto Wonder, uno studio installativo che interroga la comunità su cosa sia “magico”. Dal 2015 DispensaBarzotti conduce svariati laboratori di ricerca teatrale dedicati agli adulti e ai bambini, professionisti e non professionisti.
Per i loro lavori hanno ricevuto vari premi nazionali e internazionali. Il loro spettacoli sono presentati in numerosi festival in Italia e all’estero: Santarcangelo Festival dei Teatri, Operaestate Festival, Volterra Festival, Festival de Almada (Portogallo), Terni Festival, Small Season Festival (Bulgaria) e altri.
Nel 2018/2019 hanno seguito la formazione professionale Magie Nouvelle presso CNAC-Centre National des arts du cirque. La Magie Nouvelle è un movimento artistico nato una quindicina di anni fa in Francia e che invita il mondo della magia all’incontro con altre forme d’espressione artistica. All’interno delle creazioni generate da questo movimento, una danzatrice hip-hop può improvvisamente levitare, un dipinto può cambiare colore senza alcuna spiegazione apparente, un attore può discutere con quello che si rivela essere un fantasma: ciò che l’arte ci porta solitamente solo a immaginare, emerge d’un tratto nella realtà.
Dal 2019 la compagnia ha sede a Marsiglia, Francia.

Sito

VICTOR