Daniele Albanese

Dopo essersi formato come ginnasta e ballerino classico, Daniele Albanese consegue un BA presso la facoltà di teatro dell’ EDDC di Arnhem in Olanda (ora ArtEZ) e studia con grandi maestri tra i quali Steve Paxton, Eva Karkzag, Lisa Kraus, K.J. Holmes.
Lavora come interprete con Peter Pleyer, Tony Thatcher, Company Blu, Martin Butler, Mawson-Raffalt + Falulder-Mawson, Jennifer Lacey, Virgilio Sieni, Nigel Charnock, Karine Ponties, Enzo Cosimi. Inizia a creare i propri spettacoli nel 1995 e nel 2002 fonda la compagnia STALKER_Daniele Albanese con lo scopo di indagare la danza come linguaggio.
Le sue creazioni vengono presentate nei principali festival e teatri italiani e stranieri, tra cui: RomaEuropa Festival, Teatro Comunale di Ferrara, Torinodanza Festival, VieFestival – Modena, Masdanza – Isole Canarie, Dock 11 – Berlino, Festival Grec – Barcellona, Festival Sesc – San Paolo del Brasile. Collabora con Benoit Lachambre alla creazione Snakeskins, nella quale è anche danzatore e performer, e a L’ivresse des croisées in scena a Extension Savauge – Combourg e a June Events – Atelier de Carolyn Carlson.
Nel 2010 è vincitore del bando Fondo Fare Anticorpi e nel 2011 è selezionato per DanceUnion @ Southbank Centre, London. La sua creazione VON è il progetto vincitore nel 2016 dell’azione CollaborAction#3/rete Anticorpi XL. Viene presentato in prima assoluta nel febbraio 2017 al Festival Les Hivernales di Avignone, a cui segue il debutto italiano a Torinodanza Festival nel settembre successivo. Dal 2017 condivide con la danzatrice e coreografa Eva Karczag un percorso di ricerca coreografica dal quale nasce il duo Elsewhere.
Nel 2018 inizia il percorso di formazione triennale della Schule für Alexander Technik a Berlino.
Il suo nuovo progetto HOME è attualmente in fase di creazione e ricerca.

Sito

Home
Elsewhere